Richiedi Informazioni

PrestaShop: quando l’ottimizzazione non basta!

Se hai pubblicato un sito di e-commerce, o stai pensando di farlo, ti sarai imbattuto in progetti open-source come Magento e PrestaShop.

Questi pannelli, altamente personalizzabili, permettono di realizzare il uno shop online in poco tempo, il più delle volte con poca spesa e con interventi minimi sul codice.

Di questi pannelli, il più delle volte si personalizza il template grafico (lo shop che vedono i clienti) e poco più: configurato il software dovresti poter essere in grado di gestire il tuo shop senza necessariamente avere conoscenze sistemistiche e semplicemente usando un’interfaccia web.

Tutta questa flessibilità, tuttavia, si paga in performance.
In questo post voglio evidenziare come e dove intervenire, all’interno del pannello di un prestashop, per far sì che il tuo sito di e-commerce sia ottimizzato al meglio anche quando non hai la gestione del server che lo ospita.

Chiaro che, se puoi permettertelo, ti converrebbe utilizzare un server dedicato alla gestione del tuo shop. Questo perchè, ottimizzazioni a parte, pannelli come prestashop e magento possono essere anche molto pesanti in termini di performance.

Cosa è importante analizzare.
Uno dei punti chiave per il miglioramento delle prestazioni è senz’altro il database. L’ottimizzazione e la riparazione delle tabelle come task da eseguire ad intervalli regolari è un piccolo guadagno in termini di responsività del tuo sito.

E ancora, se il tuo hosting shared o il tuo VPS usa Apache come server Web, hai la possibilità di usare i file .htaccess in modo da poter sfruttare la compressione e il caching. PrestaShop inoltre offre diversi livelli di caching, ad iniziare dalle componenti HTML/CSS/JavaScript fino a livello filesystem con CacheFS.

Detto così sembra facile! Ma…
Queste ottimizzazioni, da sole, non possono farti fare un grande salto in avanti in termini di prestazioni. Il motivo è presto detto: se ti trovi su un VPS, oppure su un hosting shared, hai già delle limitazioni di fondo. Il tuning del DB oppure l’uso di un engine diverso ad esempio, potrebbe non essere possibile, perché esiste una configurazione standard dalla quale non si può diversificare.

Un altro punto debole riguarda Apache: non è detto che il tuo hosting shared lo supporti come server di default, né che sia possibile fare uso delle rewrite rule, di moduli specifici come mod_expires o mod_deflate (consentono di risparmiare banda e velocizzare il trasferimento dei files), oppure del file .htaccess, a causa di limitazioni dovute dal tuo piano di hosting shared, che non consente una configurazione più estesa.

Ultimo, ma non ultimo, il fattore hardware: se il tuo server PrestaShop è ospitato su una macchina con appena 1GB di RAM, non c’è ottimizzazione che tenga. Anche a livello file system, se CacheFS non è abilitato su lato kernel le ottimizzazioni promesse non saranno possibili.

Allora, cosa posso fare?
In questo caso, l’unica soluzione possibile è un sistema basato su server dedicato, cloud oppure fisico. Certo, un cloud dedicato sarebbe meglio, specie se costruito su misura e managed, perchè ti darebbe la possibilità di personalizzare al meglio il tuo e-commerce, magari appoggiandoti sulle conoscenze sistemistiche di un tecnico esperto sullo stack LAMP e sulla piattaforma PrestaShop.

E se il tuo server prestashop è lento, il tuo hosting provider latita e ancora non hai trovato la persona giusta che possa aiutarti, prova a contattarci. Sapremo portarti nella giusta direzione.