Richiedi Informazioni

Caching HTTP: quando a fare la differenza non è il network

Quello della “lentezza” di un sito web è un problema piuttosto comune tra gli internauti. Spesso si dà, a torto o ragione, la colpa ai provider ISP, rei di non fornire un servizio adeguato a quanto previsto da contratto.

Diverse volte però, la responsabilità è della gestione non adeguata di siti o portali Web con le ottimizzazioni del caso.

E se vi dicessi che qualche piccolo cambiamento del codice può fare una bella differenza rendendo felici voi e i vostri visitatori?

Una breve introduzione.
Steve Souders, durante il suo talk all’HTML5DevCon, ha spiegato il funzionamento del Web caching e dimostrato come possa fare la differenza sulle prestazioni, prima ancora di un provider ISP dalla connettività più veloce e della disattivazione di componenti come JavaScript. La soluzione a molti problemi si chiama primed cache.

Cos’è la primed cache, e come funziona?
La primed cache normalmente permette al browser di tenere nella propria memoria quanti più dati possibili di un sito, in modo da limitare le richieste HTTP durante le connessioni successive. Ciò è possibile per gli utenti se, lato server, c’è una configurazione ad hoc.

Il punto di partenza sta nell’inserire nelle pagine stesse dei contenuti archiviati localmente; ad esempio immagini, codice JavaScript o template CSS non ospitati su sito terzo, per cui si riduce il numero di richieste effettuate.

E ancora, nell’impostare una scadenza alla cache tramite l’header Expires; aumentandola dove possibile, permette al browser di non scaricare alcun dato (fintanto che la sua cache non viene svuotata).

Il codice prima del Webserver.
Ancora una volta, codice scritto in maniera corretta si dimostra performante quanto basta per ridurre il numero di richieste ed il carico verso il server Web che lo ospita.

Non è certo la soluzione definitiva, e lo sappiamo: in Level iP facciamo largo uso di sistemi di caching come memcached qualora la volumetria dell’infrastruttura sia importante e tutte le volte che ci viene chiesto di hostare piattaforme basate su WordPress, Joomla, Magento, Prestashop e simili.

Se hai dubbi, e vuoi saperne di più, non esitare a contattarci, sapremo consigliarti la soluzione migliore per le tue esigenze.